Berlusconi indagato Forza Italia: "E' come nel Cile di Pinochet"

Ancora giudici al lavoro contro il leader di Forza Italia. Secondo quanto scrive <em>la Repubblica</em> l'accusa sarebbe di corruzione nei confronti di alcuni senatori, tra cui Randazzo. Telefonate intercettate al presidente di Rai Fiction Saccà. <strong><a href="/a.pic1?ID=227095">Durissima la reazione di Fi. Ghedini: &quot;Niente è stato notificato al Cavaliere&quot;</a></strong>

Roma - Secondo quanto scrive oggi il quotidiano la Repubblica, "Silvio Berlusconi sarebbe indagato dalla procura di Napoli per la corruzione di Agostino Saccà, presidente di RaiFiction e - seconda ipotesi di reato - per istigazione alla corruzione del senatore Nino Randazzo e di altri senatori della Repubblica, "in altri episodi non ancora identificati". In un lungo articolo il quotidiano romano riferisce di "un telefono (intercettato) dell'alto dirigente del servizio pubblico" e del "racconto del senatore eletto dagli italiani di Australia". Fra l'altro, secondo il giornale, Berlusconi avrebbe segnalato a Saccà i nomi di quattro candidate attrici, una delle quali - scrive il giornale - "gli sarebbe stata segnalata da un senatore del centrosinistra che gli può venire utile per fare cadere il governo Prodi". Nell'articolo si parla anche di un incontro che sarebbe avvenuto tra Berlusconi e il senatore Randazzo, nel corso del quale sarebbe stata prospettata al parlamentare la possibilità, se avesse "cambiato cavallo", di essere "nel prossimo esecutivo o viceministro degli Esteri o sottosegretario con la delega per l'Oceania".