Berlusconi jr. e Costanzo fumano il calumet della pace

da Milano

La vicenda degli sms della bella Lubamba che ha scatenato la tempesta a Mediaset si chiude con il lieto fine. Niente sciopero del Tg5, niente guerra tra Maurizio Costanzo e i giornalisti che si vedevano privati di uno spazio pomeridiano: insomma, un «volemose bene» generale. Per i più distratti ricordiamo che Lubamba, domenica notte, aveva mandato ai suoi amici un messaggino via telefono che diceva: «da settembre Paola Perego condurrà Buona domenica, nel cast Bettarini e Lubamba; Costanzo va a Verissimo». Il messaggio arriva anche sul telefonino di una collaboratrice di Costanzo e il giornalista - credendo che sia un vero lancio d’agenzia - si affretta a confermare tutto all’Ansa. Apriti cielo: come si permette Costanzo di dare annunci che spettano solo all’azienda? Imbarazzo, conferma in un comunicato delle notizie date dal conduttore, ma con riserva: «I palinsesti sono ancora in via di definizione». E poi via alle polemiche, ai duelli verbali, agli scioperi indetti e revocati dal Tg5. Ieri però Pier Silvio Berlusconi e Maurizio Costanzo hanno fumato il calumet della pace. «Tra me e Maurizio Costanzo c’è stima e una solida amicizia - dice Piersilvio spazzando via ogni dubbio -; l’ottima qualità del nostro rapporto professionale, che ovviamente coinvolge anche una fuoriclasse come Maria De Filippi, sarà dimostrata e confermata dai progetti per la prossima stagione che tra qualche giorno saremo in grado di presentare». Quindi Costanzo non si tocca e rimane uno dei punti forti della futura programmazione di Mediaset. «Dopo tante parole inutili, a seguito di un incidente di comunicazione, si è scatenata una girandola di ricostruzioni e interpretazioni dietrologiche. Quanto è accaduto invece fa parte del normale lavoro di progettazione della nostra offerta televisiva. L’unico obiettivo è il continuo miglioramento degli aspetti editoriali ed economici, sempre nell’interesse dell’azienda e del pubblico».
Anche Costanzo parla con aria distesa e rilassata di stima e affetto e conferma tanti progetti in arrivo in collaborazione con Berlusconi jr. «Ringrazio Pier Silvio per le sue parole - risponde Costanzo -; è vero che si sono dati giudizi sommari e mille interpretazioni. Non è la prima volta che si cerca di creare dissidi tra me e lui. Chi ha cercato di farlo non conosce la stima e l’affetto che nutro per Pier Silvio. Ribadisco che nei prossimi giorni verrà data comunicazione dei nuovi progetti che insieme abbiamo portato a compimento nel rispetto, come è sempre stato, della professionalità delle testate giornalistiche Mediaset. Ringrazio Antonio Campo Dall’Orto e Piero Chiambretti (che si erano precipitati ad offrirgli ospitalità su La7 ndr) per le generose offerte ma sono certo che non ce ne sarà bisogno». In sostanza, allarme dei giornalisti rientrato e intesa tra l’azienda e il conduttore ritrovata. Con una morale: se Costanzo avrà uno spazio di infotainment (informazione-intrattenimento) sarà sotto la testata di Videonews.