Berlusconi: «L’Unione è una parentesi»

Il presidente del Consiglio non cambia posizione: «Nelle elezioni si sono palesate clamorose irregolarità». Dal palco allestito a Trieste per il ballottaggio delle elezioni del sindaco e per la provincia, il leader della Cdl ha esordito parlando di una «ferita per l'esito» delle elezioni politiche, che «non è stato quello che volevamo, ma siamo la prima coalizione d'Italia. Siamo - ha aggiunto il leader di Fi - i vincitori morali, politici. Non credo che questi signori riusciranno a governare, saranno solo una parentesi». E sull'ipotesi di una candidatura di Massimo D'Alema al Quirinale: «Credo che l'Italia scenderebbe in piazza».