Berlusconi lancia Forza Italia da Milano

Aprile 2006 come l’aprile del 1948. Allora era Palmiro Togliatti con il Fronte popolare, oggi sono Prodi, Fassino e i superlaici della Rosa nel pugno. Così questa mattina alle nove e mezza ad accogliere Silvio Berlusconi al Mazdapalace ci saranno anche rappresentanti dei Comitati civici del 1948. «Grazie a quei giovani i moderati parteciparono al voto e l’affluenza elettorale giunse alle stelle. Un chiaro auspicio per le elezioni di aprile» rievoca una nota azzurra.
Quasi sessant’anni dopo, lo scenario proposto è simile. Berlusconi parlerà alle undici, un lungo discorso che apre la campagna elettorale in Lombardia, regione chiave per gli azzurri. La mobilitazione è massima ed è arrivata anche via sms. È previsto l’arrivo di ottanta pullman. Il Mazdapalace ha una capienza di settemila persone, ma l’organizzazione si aspetta almeno il doppio della gente e così sono già stati allestiti due maxischermi al coperto. «Per questo evento il partito in Lombardia si è mobilitato e si sono attivati partecipanti e iscritti» dice Maria Stella Gelmini. La convention sarà aperta sulle note di Mameli e proseguirà con la colonna sonora dell’inno di Forza Italia.