Berlusconi: "Larghe intese? No perché vinciamo noi. Si al duello Tv con Casini"

Il leader del Pdl: "Io lavoro per vincere, i sondaggi ci danno 10-12 punti di vantaggio". Poi attacca Veltroni: "Copia il nostro programma, tra 15 giorni presenteremo il nostro, tra le priorità anche ponte sullo Stretto e Tav"

Roma - "Leggendo i giornali sembra che ieri a Matrix abbia detto di essere per le larghe intese. Lo smentisco, sono qui per vincere e avere una larga maggioranza in grado di governare, Silvio Berlusconi intervenendo al convegno dei popolari liberali di Carlo Giovanardi, smentisce le interpretazioni sulle sue strategie per il dopo elezioni. "Non siamo scivolati a destra come i nostri avversarsi dichiarano maliziosamente: noi siamo e restiamo il centro dello schieramento politico italiano", ha poi aggiunto. Sottolinenando: "I sondaggi ci danno 10-12 punti di vantaggio sugli avversari".

"Veltroni copia noi" "Dai dati in mio possesso leggo che il primo punto che gli italiani ricordano del programma del Pd é meno tasse per tutti, lo ricordano il 54%... uno slogan che mi ricorda qualcosa". E' la battuta con cui il leader del Pdl rilancia la tesi secondo cui Veltroni ha copiato il programma della Cdl. "Come si può pretendere - attacca Berlusconi - che si capovolga la politica del governo attuale, quella del tassa e spendi, della manovra classista marxista di colpire chi ha di più, sostenendo una riduzione delle tasse senza almeno avere la faccia di dire che sino a ieri ha sbagliato tutto. Parlano come se venissero da un altro pianeta e mi chiedo dove fossero questi signori in questi anni". "Oggi - aggiunge fra gli applausi - non si abbia la faccia tosta di dire che si rappresenta il nuovo".

"Il programma del Pd? Non ci si può fidare" "Anche gli anni scorsi la sinistra é stata costretta a presentare un programma, ma noi abbiamo visto come non è stato mai attuato. Sono consapevole che tantissimi italiani pensino che dei programmi della sinistra non ci si può fidare". "Per la sinistra - aggiunge - il programma è solo uno specchietto delle allodole per attirare i voti, ma a loro interessa solo restare al potere".

"Nei tg Usa i rifiuti campani" "Ho visto nei tg americani nei giorni scorsi le immagini dei rifiuti campani con su scritto 'Italy under trash', non solo 'Napoli under trash': un fatto che mi ha provocato dolore". Berlusconi ribadisce quanto l'emergenza rifiuti stia compromettendo l'immagine dell'Italia all'estero. "Un collega di un governo europeo - ha aggiunto - mi ha chiesto qualche giorno fa se stavo lavorando con la mascherina...". "Quella dei rifiuti campani è un'emergenza gravissima: francamente non capisco come mai Veltroni non abbia già obbligato alle dimissioni Antonio Bassolino".

Tra 15 giorni il programma "Tra 15 giorni presenterò il programma che sarà la prosecuzione del lavoro dei precedenti cinque anni di governo".

"Sì alla sfida Tv con Casini" "Abbiamo avuto tanto tempo per chiarirci, ma per me va benissimo fare il duello televisivo". Così il leader del Pdl Silvio Berlusconi accetta la sfida lanciata da Pier Ferdinando Casini a un dibattito in tv.

"Bene la Prestigiacomo, ma vagliamo altre soluzioni" "Stefania Prestigiacomo sarebbe un ottimo presidente della Regione Sicilia ma ci sono anche altre soluzioni di cui stiamo discutendo". Così Silvio Berlusconi fa il punto delle trattative sul caso della candidatura del Pdl alle elezioni in Sicilia.

"Ponte sullo Stretto e Tav" "Se torneremo al governo una delle nostre priorità sarà riprendere il discorso interrotto sulle infrastrutture come il Ponte sullo Stretto e la Tav: lo faremo anche utilizzando l'autorità e la forza dello Stato", ha ribadito il Cavaliere - aggiunge l'ex premier - potrà impedire che lo Stato compia il suo dovere facendo rispettare la legalità".