Berlusconi: "Meno tasse se pagano tutti Le centrali nucleari sono indispensabili"

Il presidente del Consiglio ai Giovani industriali riuniti a Santa Margherita Ligure: "Per pagare tutti meno tasse, bisogna che tutti le paghino e quindi dobbiamo continuare la lotta all'evasione fiscale". Caro petrolio? "Mi preoccupa". Rifiuti a Napoli: da luglio strade pulite. Lieve malore del premier, poi si riprende e rassicura tutti: "Sto bene"

Santa Margherita Ligure - "Per pagare tutti meno tasse, bisogna che tutti le paghino e quindi dobbiamo continuare la lotta all'evasione fiscale". Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna su un tema a lui caro, quello delle tasse. Lo fa intervenendo al convegno dei giovani imprenditori. Il premier non si limita a ripetere di voler ridurre il carico fiscale ma cita alcuni dati: "Dobbiamo continuare la lotta all'evasione se è vero che ci sono 100 miliardi di euro in meno nelle casse dello Stato".

Ricetta per lo sviluppo Berlusconi ribadisce la propria linea in politica economica, ricordando la ormai celebre equazione del benessere: "Meno tasse per le famiglie, il lavoro, le imprese vuol dire più consumi, più produzione, più posti di lavoro, più soldi nelle casse dell'erario. Il che consente di investire nelle infrastrutture e anche di ridare qualcosa a quella parte della società più emarginata".

Preoccupazione per il caro petrolio Il presidente del Consiglio non nasconde la propria preoccupazione per la corsa, che sembra infinita, del prezzo del petrolio. A un giovane imprenditore che gli chiede come sta il premier risponde così: "Sto come si può stare con una situazione di caro petrolio così". Non nasconde, Berlusconi, una forte apprensione per il continuo aumento del prezzo dell'oro nero.

Luna di miele con gli italiani Berlusconi è consapevole delle difficoltà che il governo si trova a dover affrontare, ma ci tiene a far sapere una cosa: il Popolo delle libertà è al 65% di gradimento tra i cittadini: "Siamo in luna di miele, siamo al 65% di gradimento ma se vi deludiamo cosa succederà?".

Centrali nucleari Il problema energetico è uno dei nodi prioritari dell'azione di governo. Berlusconi ribadisce le proprie intenzioni: "Procedere con celerità alla messa in cantiere di centrali nucleari nuove è una necessità".

Intercettazione, carcere ai trasgressori "Intendiamo introdurre il divieto assoluto di intercettazioni telefoniche, escludendo quelle che riguardano la criminalità organizzata e il terrorismo e nel prossimo Consiglio dei ministri porteremo un nuovo provvedimento. Saranno previsti - anticipa il premier - cinque anni di carcere per chi le eseguirà e chi le propagherà".

Rifiuti, entro luglio problema risolto "Ho la certezza che il problema rifiuti sarà risolto. Entro luglio sbarazzeremo le strade di Napoli dai rifiuti".

Lieve malore Al termine del suo intervento, mentre ascoltava il discorso del leader di Confidustria, Emma Marcegaglia, Berlusconi ha chiesto un bicchiere d'acqua e si è allargato il nodo della cravatta. La Marcegaglia si è accorta che il Cavaliere non stava bene, ha interrotto il suo intervento e ha chiesto se in sala ci fosse un medico. Poiil capo del governo si è ripreso e, a fine convegno, tornato sul palco ha rassicurato tutti: "Sto bene".