«Berlusconi mi ha confessato il suo piano»

Costringere Silvio Berlusconi a dimettersi oppure ad accelerare perché si riesca a dare una scossa al governo e a quel «partito mai nato», alias Pdl, come ama definirlo negli ultimi giorni l’ex ministro ligure Claudio Scajola.
La tensione all’interno dei gruppi parlamentari di centrodestra è altissima, soprattutto dopo le mosse giocate da Scajola che nei giorni scorsi ha radunato deputati e senatori a lui più fedeli intorno ad un tavolo non solo con l’idea di consumare una colazione ma per contarsi e studiare in che modo affrontare la situazione di stallo. C’è chi dice che quel gruppetto di fedeli all’ex titolare dello Sviluppo economico guardi già a dopodomani, al dopo Berlusconi, e sia pronto a far cadere il governo per studiare una strategia assieme al Terzo Polo (...)