Berlusconi a Monza lancia la volata al sindaco della Cdl

L’impegno di Mariani: «Abbasseremo le tasse, come ha fatto la Moratti»

Oggi Silvio Berlusconi è a Monza. Il presidente porta il suo personale sostegno alla campagna elettorale della Casa delle libertà e del candidato sindaco Marco Mariani. Passeggiata dalle ore 18 lungo corso Vittorio Emanuele verso l’Arengario, fino a piazza Duomo. Appuntamento per riconfermare ai monzesi che «il buon governo sta per tornare anche a Monza, nella "nostra" Monza».
Ad accompagnare il Cavaliere - sempre «ammirato dallo spirito, dall’operosità e capacità di creare relazioni dei monzesi e della mia Brianza» - oltre a Marco Mariani ci sono anche Paolo Bonaiuti, Maria Stella Gelmini, Massimo Ponzoni e i vertici di Forza Italia. Occasione pubblica per ribadire che Mariani sindaco «il Comune di Monza abbasserà le tasse, come ha fatto Letizia Moratti a Milano, e ridurrà sprechi e inefficienza». Messaggio diretto da Berlusconi ai cittadini già scottati da cinque anni di malgoverno e presi in giro persino all’ultimo minuto «con la riduzione dell’Ici fatta dopo cinque anni di aumenti delle tasse: boccone avvelenato che ha solo scopi propagandistici ed elettorali».
Ma l’appuntamento odierno è per i monzesi occasione per guardare al futuro di un’area tra le più densamente popolare del Paese e che possiede una concentrazione di insediamenti produttivi che è quasi il quintuplo della media lombarda. Come dire: «L’esigenza di sviluppo infrastrutturale è prioritaria, bisogna sciogliere tutti gli ostacoli che impediscono ai cittadini di muoversi liberamente».
Impegni presi per nome e conto dell’opposizione che per cinque anni, con tenacia, ha difeso Monza dalla giunta Faglia. Dal capogruppo dell’opposizione alla giunta Faglia. «Monza è una città moderata, che negli ultimi cinque anni ha subito l’arroganza della sinistra» ricorda il capogruppo uscente di Forza Italia, Osvaldo Mangone, che guida nuovamente la lista azzurra al Comune: «Quella sinistra che nell’aula consiliare mi ha costretto ad una difesa estenuante dei miei diritti come rappresentante dei cittadini. Per questo, sono state pure criminalizzato e diffamato anche a livello personale». Passato che Monza vuole cancellare, «incidente di percorso», per riprendere il suo cammino.