Berlusconi è di parola: Borriello non andrà al Milan

Il Milan sembra non volere più Marco Borriello, quantomeno di non inserirlo tra le prime scelte. Il presidente rossonero Silvio Berlusconi ha infatti dichiarato che la ricostruzione della squadra di Ancelotti comincerà dall’attacco dove pretende l’arrivo di stelle internazionali. Berlusconi, non è un mistero, vuole portare a Milano Ronaldinho, ma ha anche fatto capire che c’è un bomber straniero che vuole il club campione del mondo, l’identikit porta a Drogba, mentre ha pure aggiunto che Shevcenko potrebbe tornare alla base dopo l’esperienza al Chelsea. Detto che il Milan può disporre anche di Pato, Borriello a questo punto in rossonero andrebbe a fare panchina. D’altronde Berlusconi in campagna elettorale a Savona aveva detto: «Il giocatore vuole rimanere al Genoa e non faremo di tutto per accontentarlo».
Per il Grifone aumentano così sensibilmente le chance di poter trattenere il capocannoniere del campionato. Preziosi che sembra intenzionato a cedere all’Inter Konko in cambio di otto milioni di euro, o di una cifra inferiore, che verrebbe integrata dal difensore nerazzurro Rivas ma più probabilmente dal giovane promettente Bolzoni, parlerà presto con Galliani di Borriello che da parte sua ha sempre dichiarato di stare benissimo al Grifone soprattutto se al Milan dovesse nuovamente giocarsi il posto da titolare. Insomma comprensibilmente a “supermarco” di essere messo in dubbio, anche dopo una stagione come quella attuale, non va giù. La soluzione che piace al Genoa, se non potesse esserci l’acquisto dell’intero cartellino (l’operazione costa circa 10 milioni di euro) potrebbe essere il rinnovo della comproprietà per un altro anno. Ma c’è pure da dire che il bomber rossoblù potrebbe anche venire riscattato dai rossoneri per essere inserito in qualche altra trattativa magari col Palermo che perderà Amaurì con destinazione Juventus, o con la Roma a cui Borriello piace molto. Intanto sul cannoniere del campionato italiano c’è anche una curiosità: nei nomi inseriti dalla Uefa sui calciatori della nazionale azzurra che parteciperà all’europeo non c’è quello di Borriello. Una “gaffe” visto che ct Donadoni lo convocherà quasi certamente.
Sul futuro si è espresso anche Mimmo Criscito: il difensore sarebbe felice di passare definitivamente al Genoa. Insomma, le grandi manovre sono già cominciate anche se il presente è tutto i gioco. Il Genoa infatti vuole lottare fino in fondo per migliorare la propria classifica a cominciare dal match col Siena di domenica che lo stesso Criscito fotografa così: «La prima di cinque finali».
Intanto la società rossoblù ha smentito le voci dell’ingaggio, per il prossimo anno, del tecnico Loris Dominissini per la Primavera al posto di Luca Chiappino.