Berlusconi: «È una Rai di raccomandati»

Berlusconi a Rieti per la campagna elettorale, parla di Rai, che «è sempre stata considerata dai partiti come la loro protesi». E attacca: «È piena più che di raccomandati, di fratelli, sorelle, cugini, parenti e affini dei protagonisti della vecchia e nuova politica». L'ipotesi di un comitato di saggi per la Tv pubblica è «impraticabile». «L’obiettivo di questa sinistra è prendersi anche la Rai». Sul conflitto d'interessi dice: «È una legge per impedirmi di ricandidarmi premier».