Berlusconi ricuce e Casini ristrappa

Per tentare di ricucire lo strappo con l’Udc, Berlusconi si dichiara pronto a un accordo sul proporzionale. Ma il presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini, risponde con un ultimatum: «Se nel centrodestra non ci sarà un cambiamento, l’Udc andrà da sola alle prossime elezioni». Una nuova linea è a suo avviso indispensabile per poter vincere la sfida con l’Unione. Il coordinatore di Fi Bondi replica: «L’Udc deve dirci cosa vuole veramente. Parlando di sconfitta si mina la compattezza della squadra».