«Berlusconi risolverà la crisi»

«Ci sono margini» per risolvere nei prossimi giorni la crisi apertasi in Regione Lombardia fra la Lega Nord e il governatore Formigoni, anche se la candidatura del ministro Roberto Maroni ad assessore «resta in piedi». In questi termini ha parlato ieri il leader del Carroccio, Umberto Bossi, a margine di un seminario a Varese.
«Domani (oggi, per chi legge) ci incontriamo con Berlusconi, che è la bacchetta magica per indirizzare il presidente della Regione - ha annunciato Bossi -. Mettiamoci seduti e troveremo una via d’uscita, ci sono i margini per farlo».
Secondo il leader della Lega al Pirellone «la situazione si sta incancrenendo inutilmente» e la parola fine deve venire soltanto dal premier.
Bossi ha inoltre confermato che resta ancora valida la candidatura di Roberto Maroni a super-assessore nella giunta Formigoni, Bossi ha risposto che «Maroni ci sta e se ci sta Maroni l'ipotesi resta in piedi». Su questo la Lega sentirà «cosa vuole la controparte, perché in politica - ha argomentato - bisogna trattare, noi abbiamo fatto una controproposta».