Berlusconi-Rutelli, alla Margherita piace doppio

Boom di ascolti per la trasmissione replicata ieri in prima serata

da Roma

Boom di ascolti per Matrix e inevitabile strascico di polemiche per il duello televisivo tra il premier Silvio Berlusconi e il leader della Margherita, Francesco Rutelli. Chi ha vinto? A chi gli fa questa domanda Berlusconi risponde che i voti li danno gli spettatori. Entusiasta il coordinatore di Forza Italia, Sandro Bondi, «inchiodato davanti a Matrix sino alle 2,30». Bondi giudica il confronto televisivo «civile» e apprezza «la tempra di vero combattente» del premier. Per il segretario dei radicali, Daniele Capezzone, invece il premier «somiglia sempre di più a un pugile suonato». Ma nonostante sia un suo avversario Capezzone riconosce che «più suonati di lui sono quelli dell’Unione che stanno facendo di tutto per perdere una partita che sembrava già vinta».
Sicuramente ha vinto Enrico Mentana visto il successo di ascolti. Matrix è stato replicato ieri sera alle 21 su Italia 1. Decisione presa tra l’altro anche per la polemica imbastita dalla Margherita sul ritardo con il quale Matrix è partito l’altra sera. Mezz’ora per la precisione: alle 23 e 30 invece delle 23. Ritardi simili sono frequenti ma il partito di Rutelli aveva messo in piedi una “ipotesi di complotto“ ai danni del loro leader. Renzo Lusetti, vicepresidente dei deputati Dl, ipotizzava un ritardo voluto per mitigare gli effetti di una supposta prevalenza di Rutelli sul premier. «Mediaset spieghi perché ha penalizzato ieri sera il confronto tv in cui Rutelli ha messo alle corde Berlusconi a Matrix», aveva detto Lusetti che sottolineava «la malaparata del Cavaliere sconfitto da Rutelli». Chissà se dopo aver visto la replica del programma Lusetti si sarà pentito di averla richiesta? Il ministro leghista Roberto Maroni s’è dichiarato scettico sugli effetti della presenza del premier in tv: «È tutto da vedere se questo porti voti a noi o agli altri».
La Margherita in blocco è comunque convinta che Rutelli sia uscito stravincente dal confronto tanto da proporre di distribuire «gratis una cassetta con la registrazione del confronto Berlusconi-Rutelli a Matrix a chiunque ne faccia richiesta». L’iniziativa, lanciata da Rino Piscitello della Margherita, è però giudicata ottima anche da Giorgio Lainati, responsabile Comunicazione di FI alla Camera, perché, dice, «servirà a dimostrare ai militanti della Margherita che sono guidati da un politico talmente inconsistente che è stato davvero semplice stracciarlo nel confronto tv di ieri sera».
Infuriato invece Antonio Di Pietro per la battuta del premier sul fatto che l’ex magistrato di Mani Pulite non sarebbe neppure laureato. «Non è vero che non sono laureato e non è vero che non mi avesse offerto il ministero degli Interni - dice Di Pietro -. Sono uscito dall’Università a pieni voti, ci sono testimoni che possono dimostrare che Berlusconi mi offrì il posto di ministro».