Berlusconi-Saccà, il Garante indaga sulla pubblicazione delle intercettazioni

Il Garante ha chiesto alla
Procura di Napoli di verificare se le registrazioni audio e le
trascrizioni delle intercettazioni telefoniche diffuse figurino tra il materiale depositato e messo
a disposizione delle parti

Roma - In riferimento "alla segnalazione pervenuta dall’onorevole Berlusconi, relativa alla liceità della diffusione sui siti Internet del quotidiano La Repubblica e del settimanale L’Espresso del contenuto di alcune conversazioni telefoniche riportate anche in audio", il Garante della Privacy, riferisce la stessa Autorità in una nota, "ha chiesto alla Procura di Napoli ulteriori informazioni allo scopo di verificare se le registrazioni audio e le trascrizioni delle intercettazioni telefoniche diffuse figurino tra il materiale depositato e messo a disposizione delle parti".

Il Garante "coglie l’occasione per richiamare ancora una volta i mezzi di informazione al rispetto dei principi di essenzialità e proporzionalità dell’informazione, con particolare riguardo alla tutela della dignità e dell’immagine, personale e professionale, delle persone terze citate nelle conversazioni telefoniche".