Berlusconi scrive ai romani «Così Veltroni e Rutelli hanno distrutto la Capitale»

Pubblichiamo la lettera che il candidato premier per il Pdl Silvio Berlusconi ha inviato ai cittadini di Roma a sostegno dei candidati del Popolo della Libertà alle elezioni politiche e amministrative del 13-14 aprile 2006. La missiva è contenuta in un libro sulla Capitale dal titolo C’era una volta il modello Roma di Rutelli e Veltroni - L’eredità della sinistra, diffuso in un milione di copie. Il volume raccoglie una rassegna di articoli dei maggiori quotidiani italiani (dal Corriere della Sera al Giornale, Repubblica e Messaggero) che hanno denunciato il degrado di Roma nell’ultimo anno. La rassegna stampa è il frutto di un lavoro condotto dal coordinatore azzurro del Lazio Francesco Giro e del suo staff, che ha tenuto sotto costante monitoraggio gli appelli lanciati dai media. Il libro è stato realizzato dalla casa editrice milanese guidata da Alberto Costa già editore di La storia Italiana e La vera Storia Italiana. Le cifre contenute nel dossier di 96 pagine, suddivise in cinque capitoli (ambiente, sicurezza, sociale, sanità ed economia) parlano chiaro: 37mila famiglie senza casa, oltre 50mila bambini da 0 ai 3 anni senza asilo nido, 535mila anziani over 65 senza assistenza, 9mila disperati costretti a vivere nelle baraccopoli, un allarmante aumento della pressione fiscale per abitante passata da 412 a 655 euro.