Berlusconi: «Senatori intimiditi dai pm»

Senatori della maggioranza pronti a votare no alla Finanziaria sono stati «intimiditi e interrogati dai pubblici ministeri con interrogatori durati anche otto ore il giorno prima del voto». Silvio Berlusconi nel comizio a Bologna torna sul voto alla Finanziaria in Senato circa un mese fa. Il leader di Forza Italia rivela che aveva trovato una decina di senatori che si sarebbero ribellati al voto di gruppo ma che sarebbero stati comprati da Prodi con soldi pubblici. «Alcuni di questi senatori sono stati anche pedinati e filmati». Altra novità del processo Mediaset: i pm spostano le date per evitare la prescrizione.