Berlusconi: siamo noi il partito dei cattolici

Berlusconi va a Bari e definisce i confini del suo territorio. Il Popolo della liberta occupa il centro e il leader chiarisce che il «partito dei cattolici siamo noi». «Il mondo cattolico - dice - merita grandissima attenzione da parte del Popolo della libertà». Poi, oltre a scaricare l’Udeur, mette in dubbio la vendita di Alitalia ai francesi, chiede i nomi dei presunti evasori del Liechtenstein, e, per la prima volta, accenna ad imprecisate misure «impopolari» per rimediare alla «terribile eredità» del governo Prodi.