Berlusconi: Spatuzza? macchinazione assurda, noi i più duri contro la mafia 

È folle quello di cui mi accusano, sono
cose incredibili: il nostro è il governo che ha fatto di più contro la mafia. È stato questo, secondo quanto riferito da
fonti governative, il ragionamento svolto dal premier nel corso del Consiglio dei ministri

Roma - È folle quello di cui mi accusano, sono cose incredibili: il nostro è il governo che ha fatto di più contro la mafia. È stato questo, secondo quanto riferito da fonti governative, il ragionamento svolto da Silvio Berlusconi nel corso del Consiglio dei ministri a commento delle indiscrezioni di stampa sul pentito di mafia Gaspare Spatuzza, nel giorno della sua deposizione. Il premier, secondo le stesse fonti, ha chiesto al ministro dell’Interno Roberto Maroni di elencare i risultati dell’esecutivo nella lotta alla criminalità. Il Cavaliere, sempre secondo quanto riferito avrebbe fatto diretto riferimento alla deposizione di oggi di Spatuzza, ha definito "assurda macchinazione" nei suoi confronti le ricostruzioni lette in questi giorni sui giornali proprio sulle testimonianze che il pentito avrebbe fornito ai magistrati. Poi, avrebbe chiesto al responsabile del Viminale di inviare ai ministri i dati sull’attività governativa contro la mafia. Maroni, avrebbe a quel punto illustrato i risultati nella lotta alla criminalità organizzata sottolineando in particolare il numero di arresti. Berlusconi, comunque, è apparso "sereno" e "tranquillo", almeno stando a quanto riferito da chi ha potuto incontrarlo. "Ha raccontato barzellette, ha scherzato ed è sembrato di ottimo umore", ha spiegato chi ha potuto parlargli.