Berlusconi: "Tutte le categorie insoddisfatte del governo". E la folla lo acclama: "Forza Silvio..."

Roma - Silvio Berlusconi, va all’assemblea di Confcommercio, sottolinea il «coraggio» del ministro per lo Sviluppo economico Pierluigi Bersani, che è intervenuto oggi ricevendo in diverse fasi del suo discorso contestazioni da parte della platea. «Ha fatto un intervento sempre con quel coraggio che non può che essere ammirato ma ha dovuto arrampicarsi sugli specchi: le cose che annuncia, soprattutto quelle di buon senso e che possono essere accolte positivamente anche dagli operatori economici, sono cose che questo governo non potrà fare per la presenza della sinistra estrema e massimalista».

«È diffusa e profonda in Italia - conclude Berlusconi - in tutte le categorie l’insoddisfazione per l’operato di questo Governo, per ciò che è stato fatto e ciò che si annuncia. Sangalli ha fatto un’ottima relazione, che dimostra la volontà dei commercianti di contribuire allo sforzo generale di produzione».

"Sbagliati i dati sugli studi di settore" «Gli studi di settore sono stati sbagliati perché se più del 50% degli operatori non ci si ritrova perché vanno al di là e li supera, significa semplicemente che sono sbagliati»,ha aggiunto polemicamente il leader della Cdl.

"Per la sinistra siete padroni che sfruttate" «È una sinistra che ha ancora come riferimento una ideologia che vede nei commercianti non degli imprenditori benemeriti, ma titolari di imprese che sono i luoghi in cui si sfruttano gli altri e che danno al padrone la possibilità di sfruttare gli altri». Così l'ultima stoccata del Cavaliere rivolta alla «sinistra massimalista» che sta al governo.

Bagno di folla per il Cavaliere Accoglienza molto calorosa per l’ex premier Silvio Berlusconi all’assemblea di Confcommercio. Accompagnato da Gianni Letta e Paolo Bonaiuti il leader della Cdl è arrivato all’Auditorium della Conciliazione poco prima delle 10 e all’ingresso in sala è stato accolto da una buona dose di applausi degli oltre mille partecipanti. Analogo trattamento quando poco dopo le 12, al termine dell’intervento del ministro Bersani, ha lasciato la sala. Per Berlusconi bagno di folla con i militanti che gli gridavano «Forza Silvio», gli scattavano foto con i cellulari e cercavano di stringergli la mano. Immancabile la domanda di un supporter milanista sul recente «sgarbo» ai cugini interisti del calciatore Suazo: «L’abbiamo preso, è un buon giocatore. Quelli ci hanno pensato troppo», ha aggiunto riferendosi ai nerazzurri.