Berlusconi voterà in via Scrosati E Bossi ad Affori

«Milano è un test nazionale». Silvio Berlusconi ha elevato la sfida per il sindaco di Milano ad un referendum sul governo, delle comunali e per stimolare i milanesi a recarsi in massa alle urne ci andrà anche lui già questa mattina. Il premier che è anche il capolista del Pdl andrà a votare nella scuola di via Scrosati intorno alle 11.30. Nel pomeriggio e in via Fabriano, vicino al quartier generale della Lega di via Bellerio, si presenterà invece il senatur Umberto Bossi che venerdì ha chiuso la campagna per Letizia Moratti con un comizio in piazza Castello e il bacio portafortuna alla candidata.. Il sindaco a caccia del bis voterà già questa mattina, intorno alle ore dieci nella scuola elementare di via della Spiga. E potrebbe «scontrarsi» con la cognata-rivale Milly, candidata con una lista che appoggia lo sfidante del centrosinistra Giuliano Pisapia. Con Milly ci sarà il marito Massimo Moratti, patron dell’Inter. Pisapia sarà invece alle 12 al seggio del liceo Berchet in via della Commenda, Manfredi Palmeri che corre come aspirante sindaco del terzo polo, voterà in via Vespri Siciliani poco prima delle 11.
Subito «in campo» anche i rappresentanti delle altre istituzioni, Provincia e Regione, di segno Pdl. Intorno alle 16 si recherà al seggio dell’istituto «Pascoli» di via Fratelli Ruffini il presidente di Palazzo Isimbardi Guido Podestà. Il governatore Roberto Formigoni voterà invece intorno alle 14.30 in via Veglia, in una scuola elementare vicino a viale Jenner. Il capolista del Pd, l’archistar Stefano Boeri, voterà al seggio di via Litta angolo via Corridoni alle ore 11. Il ministro alla Difesa Ignazio La Russa attenderà invece domani, il suo seggio è in piazzale Lavater e ci arriverà intorno a mezzogiorno.