Bernanke scrive al Congresso sul nodo riserve

Il presidente della Federal Reserve,Ben Bernanke, ha chiesto al Congresso degli Stati Uniti di consentire l’immediata entrata in vigore del provvedimento che consente alla banca centrale Usa di pagare gli interessi sulle riserve di denaro alle banche. Un potere, questo, che darà all’istituto centrale maggior controllo sui tassi di interesse e potere per combattere la crisi del credito. In una lettera datata 13 maggio e indirizzata alla presidente della Camera, Nancy Pelosi, Bernanke ha fatto notare che il Congresso concede alla Fed la facoltà di pagare gli interessi a partire dal 2011, potere «che contribuirebbe all’efficienza del sistema finanziario». E il presidente della Banca Centrale chiede appunto di «cambiare la data in modo tale che il provvedimento possa avere immediata efficacia».