Berneschi difende la Carige: «Quereleremo per calunnia»

«Risponderemo nei modi dovuti. Sono sereno. Più mi attaccano più mi eccitano. Purtroppo sono attacchi che nella nostra posizione ogni tanto avvengono»: così il presidente del gruppo bancario Carige, Giovanni Berneschi, risponde all'inchiesta pubblicata ieri mattina sull' inserto economico del Corriere della Sera dal titolo «Il caso della Carige la banca di famiglia».
«Non so da chi siano partite queste accuse - prosegue Berneschi - anche se in parte penso di immaginarlo. Ora non posso dire di più, ho detto fin troppo, quando ci sarà qualcosa di penale lo saprete. Non pensiamo di denunciare il giornale, ma qualcuno per calunnia sì».
Nell'inchiesta pubblicata dal CorrierEconomia si parla tra l'altro delle due compagnie assicurative legate alla Carige, Carige Assicurazioni e Carige Vita, che servono, secondo il quotidiano, a «distribuire poltrone e compensi a parenti e amici».