Bersani esce dal Parlamento Ma è solo per una telefonata...

La cornetta si è fatta rovente per il segretario Pd Pier Luigi Bersani (nella foto) che non ha mai ricevuto tante telefonate come in questi giorni. Il suo cellulare è squillato così spesso che Bersani è dovuto uscire da Montecitorio per trovare un po’ di tranquillità, (si fa per dire), appoggiandosi al muro del palazzo, in piazza del Parlamento, per parlare in pace sotto l’occhio vigile delle sue due guardie del corpo. Telefonate fiume, una dietro l’altra che lo hanno tenuto incollato alla cornetta per un po’ e che gli hanno fatto anche ritardare il pranzo. Con chi si è intrattenuto così tanto tempo, appoggiato con una scarpa al muro, con fare nevrotico, non è dato saperlo. La speranza è che nessuno lo stesse ascoltando dalla finestra dietro di lui. L’unico momento di calma quando, prima di salire in macchina, una signora con i capelli rossi, che gli stava facendo la posta già da un po’, si è avvicinata per stringergli la mano e per fargli i complimenti. Lui stesso si stava chiedendo quale fosse la ragione. FBos