Bersani: "Ora su Alitalia non c'è più trasparenza"

Il ministro ombra dell'Economia critica l'esecutivo per le scelte sulla compagnia di bandiera: "Palazzo Chigi ha gettato a mare una procedura limpida predisponendo
un vestito su misura per una soluzione che non c’è e che non potrebbe, in ogni caso,
esserci al di fuori dell’impegno di grandi soggetti internazionali del settore"

Roma - "Per ciniche ragioni elettorali il nuovo governo ha distrutto la soluzione Air France e gettato a mare una procedura limpida". Così Pierluigi Bersani, ministro dell’economia del governo ombra del Pd. "Con le decisioni di oggi si compie uno strappo rispetto ai tradizionali meccanismi di trasparenza e di pari condizioni nei processi di privatizzazione. Si predispone un vestito su misura per una soluzione che non c’è e che non potrebbe, in ogni caso, esserci al di fuori dell’impegno di grandi soggetti internazionali del settore. Abbiamo solo pochi mesi. I dodici mesi di cui parla il governo sono una previsione da mago Merlino. Temo - conclude Bersani - che la demagogia e l’approssimazione del governo stiano definitivamente compromettendo le prospettive di Alitalia".