Bersani: "Vorrei un'Italia senza Berlusconi" Pdl: "Il leader del Pd poteva restare sulla Luna"

La profezia di Bersani: il governo non arriverà a fine legislatura. Premettendo che la sua analisi &quot;prescinde da questo agosto vergognoso, ma va più a fondo&quot; Bersani, giunto al Meeting di Cl, ha precisato che &quot;non lo dico da adesso&quot;<br />

Roma - Per Pier Luigi Bersani il governo non arriverà a fine legislatura. Premettendo che la sua analisi "prescinde da questo agosto vergognoso, ma va più a fondo" Bersani, giunto al Meeting di Cl, ha precisato che "non lo dico da adesso". Il governo, ha aggiunto "non ce la può fare. Non saprei quando ma il disfacimento è profondo". Secondo Bersani, "le favole e le promesse hanno mostrato la corda sui temi sociali, tanto che la deformazione della democrazia preoccupa anche le forze conservatrici. Questi due sono elementi di fondo della crisi di questa maggioranza. Possono vivacchiare ma non è rimontabile", conclude il segretario del Pd.

"Lasciarsi alle spalle Berlusconi" "Io voglio francamente un’altra Italia". Così il segretario del Pd Pier Luigi Bersani risponde al Meeting di Cl a chi gli chiede se sia necessario far fuori Berlusconi. "Vorrei - spiega - un’Italia che riprendesse la spinta e la fiducia di poter crescere con spirito civico; per arrivare a quello, temo che il passaggio inevitabile sia lasciarsi alle spalle Berlusconi. Quando dico temo, lo dico ovviamente per lui...". 

Bonaiuti: "E' sceso dalla Luna" "Bersani è sceso a Rimini direttamente dalla Luna e ha detto che vuole subito una bella ammucchiata di vecchia politica per un’altra Italia, ovviamente senza Berlusconi voluto dalla maggioranza degli italiani... non poteva restare un altro pò sulla Luna?". Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti 

Bossi: "Bersani andò a piagnucolare da Berlusconi" Se Bersani pensa che il governo non arriverà a fine legislatura, "allora perchè è andato da Berlusconi a piagnucolare e a chiedergli di non andare a elezioni? Lui è il primo a dire una cosa e a fare il contrario, perchè aveva paura del voto". Così Umberto Bossi, segretario della Lega Nord e ministro delle Riforme, ha replicato alle parole del segretario del Pd Pierluigi Bersani. Alla domanda se ritenga che il Pd e l’Udc si stiano avviando verso un’alleanza, Bossi ha risposto: "Casini e Bersani sono sempre stati alleati e anche adesso lo sono". Una prospettiva che non preoccupa il leader leghista perchè - ha sottolineato - "se c’era da andare a elezioni io e Berlusconi le vincevamo tranquilli e quando gli altri si sono accorti che i sondaggi lo confermavano, Bersani è andato a piagnucolare da Berlusconi".