La Bertè rischia la squalifica De Piscopo: "Quel brano è una cover"

Il brano "Musica e parole" sarebbe una vecchia canzone del 1988 intitolata "Ultimo segreto", prodotta dallo stesso De
Piscopo e cantata da Ornella Ventura. Il discografico della Nar: "E' vero"

Sanremo - Rischia la squalifica Loredana Bertè. Il brano che ha presentato a Sanremo "è una vecchia canzone del 1988 intitolata Ultimo segreto e tratta da un Lp Sesto senso", prodotto da Tulio De Piscopo e Alberto Radius, cantata da Ornella Ventura e "caso strano l’autore è sempre Alberto Radius e la Casa Discografica la Nar è la stessa di 20 anni fa".

A muovere la pesante accusa nei confronti del brano Musica e parole (guarda il video) sono lo stesso De Piscopo e l’interprete dell’epoca che sono convinti però dell’"innocenza" di Loredana: "Sicuramente lei è ignara, ma questa è una cover", sottolineano intervistati dall’AdnKronos. Tullio De Piscopo non usa mezzi termini: "Questo è il pezzo che ho prodotto 20 anni fa e quando l’ho sentito ieri in tv sono rimasto incredulo. La cosa che mi ha scolvolto è che sono gli stessi autori di 20 anni fa Avogadro e Radius e la stessa etichetta, che è la Nar. Poi mi ha chiamato Ornella Ventura che aveva pensato la stessa cosa. Nei prossimi giorni valuteremo se adire le vie legali. Tra l’altro è un brano che fece storia perché la copertina fu disegnata da Salvatore Fiume e fu eseguita più volte in tv e fu trasmessa molto anche dalle radio. Non si può rimandare un pezzo pari pari, identico. Io non l’avrei mai fatta una cosa così. Ma sono convinto che la Bertè non sappia niente".

Anche Ornella Ventura sottolinea il suo disappunto nei confronti degli autori e della casa discografica: "Io e Tullio siamo arrabbiati. Musica e parole è proprio una cover di Ultimo segreto. Io non so cosa dire: non c’è nulla da aggiungere. La musica è identica, la metrica è identica. È rimasto anche nel testo il solo tu, solo tu dell’epoca. Una cosa allucinante". "Dobbiamo fare subito una riunione della commissione e se il plagio sarà accertato bisognerà prendere dei provvedimenti - assicurato Baudo - sarebbe un colpo per la Bertè - ha aggiunto il presentatore - volevamo il colpo di teatro e forse lo abbiamo avuto". In realtà, Mario Limongelli della Nar, il discografico della Bertè, ha subito ammesso che i brani sono uguali: "E' un disco uscito nel 1988 di nessun successo. Noi non lo sapevamo, bisognerebbe chiedere agli autori. Perché quando ci è stato proposto il brano 'Musica e parole' noi non potevamo sapere".

Rischio squalifica La vicenda è stata sottoposta oggi a Pippo Baudo: "Faremo ascoltare il brano alla commissione selezionatrice per capire se si tratta veramente di un plagio e poi consulteremo l’ufficio legale della Rai per capire cosa si debba fare". Il regolamento del Festival prevede che reclami di questo genere possano essere presentati entro 12 ore dalla prima prova ufficiale legata al Festival, quindi strettamente a termine di regolamento i termini per il ricorso sarebbero scaduti. "La questione è seria" ha aggiunto Baudo, il quale ha ricordato che a fargli ascoltare il pezzo della Bertè è stato proprio Radius: "Mi ha detto che si trattava di un pezzo rimasto chiuso nel cassetto da 20 anni. Speriamo che questo cassetto non sia stato violato". Disponibile su Internet, 'Ultimo segreto' è effettivamente del tutto simile al pezzo della Bertè, a cominciare dalla parte di chitarra dell’introduzione e al ritornello, che mantiene addirittura le stesse parole. Ora della questione si occuperanno la commissione e l’ufficio legale della Rai. "Tutti teniamo molto a Loredana Bertè, a proteggerla. Se la canzone non è inedita, è difficile difenderla".