Bertinotti fa retromarcia sul mese corto

Una settimana di ferie al mese per i parlamentari è congelata. Dopo averla proposta con entusiasmo, ora con poche parole rivolte ai vertici dei partiti il presidente della Camera Fausto Bertinotti ha deciso di accantonare il progetto del «mese corto», il piano che prevedeva tre sole settimane di attività per i deputati invece delle quattro dei lavoratori normali. «Serve un momento di riflessione», ha detto Bertinotti. «Bertinotti - spiega il capogruppo di Forza Italia, Elio Vito - ha preso atto evidentemente delle reazioni dell’opposizione e dell’impatto negativo che un provvedimento del genere avrebbe nell’opinione pubblica». Ma La Russa è sospettoso: «Vedrete, ripresenterà la proposta».