Bertinotti: governo malato, ipocrita negarlo

Il presidente della Camera al palazzo: "Il sistema è imballato ed enfatizza tutte le patologie di cui è affetta la politica". Sul sistema elettorale: "Sono per il proporzionale tedesco"

Roma - "Romano Prodi se l’è presa, ma il brodino fa sempre bene. Lo si dà agli ammalati per tenerli su. E negare che il governo sia malato sarebbe ipocrita. Del resto, l’esecutivo di brodini quest’anno ne ha presi tanti e in qualche modo si è rialzato": così il presidente della Camera Fausto Bertinotti, intervistato da Maurizio Belpietro su Panorama. Sulla politica italiana Bertinotti ha parole dure: "Qui il sistema è imballato, non funziona ed enfatizza tutte le patologie di cui è affetta la politica" dice. "Ora è evidente che il bicameralismo perfetto non ha più ragione di esistere. Ho grande rispetto per i padri costituenti: vollero garantire tutti perché non sapevano chi avrebbe vinto le elezioni, ma questo sistema ora non funziona più. Noi dobbiamo decidere oggi per domani, non per il prossimo anno. Invece si presentano leggi e nessuno sa se vedranno mai la luce".

"Sistema elettorale? Quello tedesco" Bertinotti rilancia la sua preferenza per il sistema elettorale tedesco: "Io ho grande simpatia per i piccoli partiti, soprattutto per quelli che esercitano un ruolo di testimonianza, come erano i radicali o i repubblicani o il Partito d’azione. Ma quando questa condizione si trasforma in una rendita marginale... non ci siamo. Il tanto più se piccolo, tanto più sei essenziale non va bene. Io sono per il proporzionale stile tedesco, con maggioranze scelte e non subite".