Bertone superstar alla Fiumara guida la carica dei seimila

Oggi al Mazda Palace festa di chiusura dell’anno pastorale. E sulle gradinate compare il volto di Gesù

Federico Casabella

L'Arcivescovo di Genova Tarcisio Bertone guida la carica dei 6.000 ragazzi che quest'oggi riempiranno il Mazda Palace della Fiumara, nel ponente del capoluogo ligure, per «Facciamo festa a Gesù», il primo appuntamneto che tutte le parrocchie della diocesi genovese si sono date per chiudere l'anno pastorale.
Una manifestazione fortemente sostenuta dal cardinal Bertone e voluta dal direttore dell'Ufficio catechistico della curia genovese, don Gianfranco Calabrese che ha coordinato l'organizzazione dell'evento: «È un momento nuovo ed importante - spiega don Calabrese - dove si confronteranno gruppi e non gruppi della nostra realtà, ragazzi di ogni fascia sociale che si incontrano per fare festa insieme». L'evento coordinato dall'ufficio catechistico è stato realizzato in collaborazione con l'Ufficio per la famiglia e la vita, Movimento ragazzi, Agesci e Azione Cattolica. Quasi tutte le parrocchie porteranno bambini ed adolescenti nel catino del pala Fiumara con un'adesione record di ragazzi a cui vanno aggiunti genitori, catechisti ed educatori.
L'evento viene realizzato in concomitanza con la scadenza del triennio pastorale 2003/06, il primo con Bertone alla guida della Chiesa genovese, che ha concentrato gli sforzi della catechesi sui tre sacramenti dell'iniziazione cristiana: Battesimo, Eucarestia e Cresima.
Il pomeriggio (l'inizio della festa è previsto per le 15.30) si alternerà tra giochi e spettacoli. Ad aprire le danze il musical dal titolo «La locanda di Emmaus» recitato, cantato e ballato dal gruppo teatrale del Ricreatorio di Pontedecimo, al quale seguirà un recital dell'associazione di volontariato «Musicalmente». Giochi cromatici sulle tribune del pala Fiumara: ad ogni aderente, ad inizio giornata, verrà distribuito un cappellino ed un fazzoletto colorato in base all'età dei ragazzi (verde per i bimbi dai 6 agli 8 anni, rosso per quelli dai 9 agli 11 e azzurro per gli adolescenti tra i 12 ed i 14 anni), mentre un mega schermo proietterà le immagini dei gruppi diocesani e della missione di Santo Domingo della Diocesi. Proprio il gioco cromatico dei fazzolettoni sventolati in aria (che i ragazzi si scambieranno durante un grande gioco) faranno in modo che, alle 17 quando il Cardinale assumerà la guida della festa, sulle gradinate prenda forma il volto di Gesù, mettendo al centro il vero Protagonista della giornata. «Abbiamo voluto questa manifestazione - spiega don Gianfranco - per far comprendere ai giovani che Catechismo non vuol dire solo imparare qualcosa, non è solo una ragione teorica ma è anche vivere insieme: un momento di Fede».
Dopo la preghiera e le parole dell'Arcivescovo di Genova, la gioia e la festa esploderanno nei canti conclusivi. Ad ogni aderente alla manifestazione verrà chiesta una quota simbolica di 1 euro che verrà destinata alla Missione genovese di Santo Domingo.