Bestie di Satana: sette indagati per altri tre delitti

La procura della Repubblica di Monza avrebbe iscritto nel registro degli indagati sette componenti delle «Bestie di Satana» addebitando alla setta tre nuovi delitti: quello di Christian Frigerio, sparito nel nulla il 14 novembre 1996 da Brugherio, quella di una prostituta straniera e la morte di Andrea Ballarin, trovato impiccato a Somma Lombardo la notte del 6 maggio 1999.
I pm Vincenzo Fiorillo e Salvatore Bellomo avrebbero iscritto nel registro degli indagati con le accuse di omicidio volontario e occultamento di cadavere Nicola Sapone, Andrea Volpe, Paolo Leoni, Mario Maccione, Pietro Guerrieri, Eros Monterosso e Marco Zampollo, già processati e condannati per i delitti di Fabio Tollis e Chiara Marino. E non si esclude che altri adepti, finora senza nome, possano seguire analoga stessa.
Per il prosieguo delle indagini avrebbero avuto un peso importante le testimonianze della madre di Christian Frigerio, Anna Lia, e di due amici del giovane. Come ha dichiarato Anna Lia Frigerio al Tg5, uno dei testimoni avrebbe assistito con Christian ad alcune messe nere. «Questo ragazzo - ha detto la madre di Christian - racconta che chi non faceva quello che dicevano loro veniva anche violentato, e torturato con bruciature e tagli».
La donna ha poi aggiunto: «Sarebbe stato ucciso perché troppo ficcanaso». «Una sera - ricorda Anna Lia - mio figlio tornò a casa con evidenti bruciature di sigaretta e un morso sul braccio. Disse di aver paura, di sentirsi minacciato. Uscì il giorno dopo in bici. Non è più tornato». La seconda persona sentita dagli investigatori sarebbe un giovane amico di Christian che con lui avrebbe partecipato ad alcune messe nere. Secondo le rivelazioni del pentito, Christian sarebbe stato ucciso proprio dai satanisti: «Lo hanno freddato. Il suo errore quello di ficcanasare dove non doveva e questo a lungo lo ha pagato con la vita».