Bettini ci ripensa: si parte il 22 ottobre

La terza edizione della Festa del Cinema di Roma si terrà dal 22 al 31 ottobre 2008, con uno spostamento di venti giorni rispetto alle date previste (2-11 ottobre). Lo ha annunciato il presidente della Fondazione Cinema per Roma, Goffredo Bettini, che ha spiegato: «È stata una decisione importante, difficile, sofferta. Condividiamo gli spazi dell’Auditorium con la Fondazione Musica per Roma e con l’Accademia di Santa Cecilia. L’Accademia rappresenta un grande patrimonio nazionale e stabilisce con anni di anticipo la sua programmazione: per evitare sovrapposizioni con i loro grandi concerti avevamo deciso di anticipare di qualche giorno la Festa di Roma rispetto agli anni passati. Ma questa decisione ha suscitato reazioni di grande preoccupazione. Reazioni civili e motivate in certi casi, e reazioni rozze e volgari in altri».
Le prime, ha spiegato Bettini, erano arrivate da produttori, distributori, preoccupati per la vicinanza con la Mostra veneziana (che si terrà dal 27 agosto a 6 settembre), dalla Biennale e dal sindaco Massimo Cacciari e «una certa preoccupazione era stata espressa anche dal ministro per i Beni e le attività culturali Francesco Rutelli, che mi aveva segnalato il timore che questo spostamento potesse essere interpretato come un segnale di aumento di concorrenzialità con la Mostra di Venezia». Con lo spostamento delle date della Festa dovrà dunque essere interrotta la prossima stagione dell’Accademia di Santa Cecilia, che tradizionalmente prende il via a metà ottobre negli stessi spazi dell’Auditorium. «La disponibilità dell’Accademia e del suo direttore Antonio Pappano è stata preziosa. L’Accademia ha infatti acconsentito a fare prove fuori dell’Auditorium, a concentrare i tempi degli allestimenti, e a riprogrammare alcuni eventi».
Bruno Cagli ha confermato che è stato necessario sacrificare alcune date, spostando alcuni concerti. Dopo i primi concerti della prossima stagione, ci sarà una sosta fino ai primi di novembre.