Beve acqua e sta male: dentro c'era la varechina

Siena, una donna di 83 anni si è sentita male dopo aver bevuto acqua minerale da una bottiglia comprata in un supermercato. Dentro c'era della candeggina

Siena - Si è sentita male dopo aver bevuto acqua da una bottiglia di minerale acquistata in un supermercato: dentro, è stato appurato successivamente, c’era della varechina. È successo ieri sera a Poggibonsi in provincia di Siena.

Piccole ustioni all'interno della bocca
La vittima è una donna di 83 anni, di Firenze. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Poggibonsi, diretti dal vice questore aggiunto Mauro Mancini Proietti. In particolare, la donna ha riferito di aver acquistato lo scorso 8 agosto una bottiglia di acqua presso un supermercato in provincia di Firenze e che ieri sera, dopo averne bevuta un bicchiere, si è sentita bruciare nella bocca, riportando alcune piccole ustioni all’interno. L’anziana, dopo essere stata trattenuta in osservazione tutta la notte, è stata dimessa questa mattina con una prognosi di dieci giorni.

Bottiglia danneggiata
Gli investigatori del Commissariato, dopo aver effettuato i primi accertamenti, hanno verificato che la bottiglia presentava alcuni fori sul collo e che, ad un primo sommario esame, l’acqua era stata contaminata con ipoclorito di sodio, sostanza meglio conosciuta come varechina. La bottiglia è stata sequestrata. La Questura di Siena, in una nota, raccomanda ai cittadini di verificare l’integrità dei contenitori di bibite.