Beve l’acqua minerale sente nausea e bruciori

Saranno gli uffici di analisi dell'Arpal a stabilire se era effettivamente contaminata la bottiglia d'acqua minerale che l'altro ieri avrebbe provocato malori e bruciori di stomaco a un genovese residente a Quezzi. Le analisi disposte dalla polizia, alla quale si era rivolto l'uomo dopo aver notato una strana polvere sul fondo della bottiglia, consentiranno di accertare se l'acqua di una nota marca, acquistata in un supermercato di via Pinetti, conteneva sostanze pericolose. A sentire il racconto dell'uomo, no. «Giovedì sera ho bevuto un paio di bicchieri insieme alla mia compagna, a sua figlia e al fidanzato. Li per lì non ci siamo accorti di nulla. L'acqua infatti era limpida. Il mattino dopo ho iniziato ad accusare qualche bruciore di stomaco e un po' di nausea. Solo a pranzo abbiamo visto che il liquido era diventato torbido e che sul fondo si erano depositati dei cristalli. Inoltre scuotendola, l'acqua produceva una leggera schiuma. Ma non posso escludere che a provocare il mio malessere sia stato qualcos'altro, come il caffè». Comunque l'uomo denuncia subito il fatto alla polizia che dispone il sequestro della bottiglia, acquistata il giorno prima insieme a una confezione da sei di plastica. Un fatto è certo: «La bottiglia - assicura il genovese, dipendente dell'ospedale Galliera - non era bucata ed era ben sigillata. Perché l'acqua da limpida sia diventata grigia non me lo spiego». E non se lo spiegano neppure i suoi famigliari, nessuno dei quali ha accusato nausea o dolori di stomaco.