Biaggi in superbike La Spagna offesa dallo show di Rossi

Nanni Scaglia

da Phillip Island

Non siamo ai livelli della rivalità con Max Biaggi, ma poco ci manca. Valentino Rossi e Daniel Pedrosa sono due campioni, caratterialmente molto diversi, ma in pista del tutto simili. Non a caso, entrambi non sembrano troppo preoccupati che in testa alla classifica ci sia Nicky Hayden. Domenica dopo domenica, Daniel si è confermato pilota di straordinario talento e solo Max Biaggi ha fatto meglio al debutto. Fra l’altro, proprio il romano, ieri, ha annunciato il suo ritorno in moto, in Superbike, con la Suzuki. «È la mia sfida più importante, voglio vincere il mondiale» ha detto Max che sogna così di rientrare nel giro MotoGp.
Ma torniamo a Rossi e Pedrosa. «Siamo rivali - sottolinea Vale -: ma tutto finisce in pista». Non la pensano così in Spagna, dove hanno interpretato il gesto di Rossi, salito esausto sul podio con una sedia, come una presa in giro per il loro campione, costretto lo scorso fine settimana a muoversi su una sedia a rotelle per una rovinosa caduta. «Smentisco categoricamente - s’infervora Vale -: non ho mai preso in giro i miei avversari, tanto meno Pedrosa». L'ultimo pensiero è per Schumi: «Mi dispiace, ero convinto continuasse un anno, ma l'arrivo di Raikkonen l'ha fatto pensare. Mancherà alla F1».