Biagi, confermati 2 ergastoli Nuovo appello per la Blefari

La quinta sezione penale della Cassazione ha confermato le condanne all’ergastolo per i brigatisti Marco Mezzasalma e Roberto Morandi, accusati dell’omicidio del giuslavorista Marco Biagi, avvenuto a Bologna il 19 marzo 2002. Confermata anche la condanna a 21 anni di reclusione per Simone Boccaccini. Annullata, invece, con rinvio ad altra sezione della corte d’assise d’appello di Bologna, la condanna all’ergastolo inflitta a Diana Blefari Melazzi. Esce così in buona parte confermato il verdetto emesso un anno fa dalla corte d’assise d’appello di Bologna (per Nadia Lioce l’ergastolo è già definitivo). La camera di consiglio è durata quattro ore. In mattinata il sostituto procuratore generale della Cassazione, Alfredo Montagna, aveva chiesto la conferma delle condanne per Mezzasalma e Morandi e l’annullamento di quella a 21 anni per Boccaccini: per lui chiedeva il ripristino della condanna all’ergastolo. Per la Blefari Melazzi aveva chiesto di annullare l’ergastolo perché «se siamo certi che ci sia stato interesse da parte sua, non lo siamo però sulla sua partecipazione all’omicidio».