Dopo Biagi e Santoro, Luttazzi rispunta su La7

da Milano

Mancava soltanto lui. Ed eccolo, anche Daniele Luttazzi, uno dei simboli della sinistra anti-berlusconiana, tornerà in Tv. Sei anni dopo la chiusura del suo show Satyricon (su Raidue) in cui, alla vigilia delle elezioni, intervistò Travaglio che si scagliò contro Silvio Berlusconi. A ridargli il microfono sarà La7, la televisione di Telecom Italia. Ad annunciarlo è stato ieri sera l’amministratore delegato Antonio Campo Dall’Orto, durante la presentazione dei prossimi palinsesti della rete. Sarà un talk show satirico, dieci puntate in seconda serata a partire da ottobre.
Luttazzi è l’ultimo dei cosiddetti «epurati», i personaggi televisivi banditi dalla Rai dopo il noto editto bulgaro, in cui Silvio Berlusconi aveva denunciato l’uso criminoso della televisione da parte di Biagi, Santoro e appunto Luttazzi. I primi due, dopo estenuanti polemiche, processi, appelli, sono tornati in televisione nella stagione che si è appena conclusa e nell’azienda in cui lavoravano e cioè la Rai. Luttazzi invece è rimasto fuori, con i suoi sketch grotteschi e accusati di cattivo gusto. Ci sono stati abboccamenti con Sky, ma alla fine non se ne è fatto nulla. È stato ospite nei programmi di Biagi e di Fabio Fazio, ma non ha avuto più un programma tutto suo. Il comico vuole carta bianca, dire quello che gli pare e più volte ha dichiarato che sarebbe tornato soltanto in una Tv che glielo avrebbe permesso.
E, a questo, sulla carta, La7 è disposta. «Luttazzi viene da noi a fare un programma di satira - spiega Campo Dall’Orto -. Quello che fa normalmente nei teatri con i suoi spettacoli». Ma come la mettiamo nel caso montassero le polemiche contro numeri come mangiare un dolce a forma di cacca? «Da noi - replica il direttore - vige l’anarchia. Ognuno può fare e dire quello che vuole ovviamente nel rispetto degli altri. Come, del resto, fanno Chiambretti, Lerner e Ferrara. Se ci saranno problemi o querele le affronteremo, come abbiamo fatto sempre in passato». L’accordo con Luttazzi è stato raggiunto praticamente ieri. «Lo conosco da diversi anni. Ero convinto che tornasse in Rai. Visto che dopo sei anni non è successo, gliel’ho proposto quasi casualmente e lui ha accettato». Vedremo se, a ottobre, quando lo show andrà in onda, Campo Dall’Orto resterà ancora così soavemente tranquillo.