Da Biancaneve ai cieli di Miró gli spettacoli per la famiglia

Dal teatro per ragazzi alla musica classica; dal cinema d’autore alla commedia dialettale. Questa seconda domenica di febbraio propone al pubblico milanese un ventaglio di proposte davvero per tutti i gusti, oltre i tradizionali riferimenti più o meno istituzionali dello spettacolo in città. Insomma, tante curiosità da scoprire, per tutti coloro che intendono trascorre una giornata all’insegna del divertimento e dello svago, a portata di metropolitana.
Per tutta la famiglia, il Teatro del Buratto al Pime, in via Mosè Bianchi 94 (ore 16.30, info 02.27002476), propone la più classica della fiabe, Biancaneve, in un inconsueto allestimento per il palcoscenico che tuttavia rispetta fedelmente la versione più conosciuta dei fratelli Grimm. Sempre nel pomeriggio, ma al Peatro Pax di via Fiume a Cinisello Balsamo (ore 15) il Teatro del Buratto propone amcora Nei cieli di Mirò, spettacolo liberalmente ispirato ai quadri del grande artista catalano e al racconto di Daniel Pennac Il giro del cielo. Sempre all’insegna del divertimento per tutta la famiglia la proposta del Museo dei Cappuccini di via Kramer 5, con In principio...L’origine del suono e l’origine dell’uomo, spettacolo-laboratorio (ore 16, 02.77122321), con Giorgio Borghini e Marco Finco nei panni di un clown e di uno scienziato un po’ pazzo che con le loro performance accompagneranno i bambini in un percorso originale e sorprendente.
E’ invece la vecchia Milano la protagonista della rassegna «Milano della Memoria», al Teatro della Memoria di via Cucchiari 4 (ore 16, 02.313663), con la commedia L’anima travasada, scritta da Guido Bettini, con la voce di Mirton Vaiani e la regia di Aleardo Caliari. Nel panorama culturale milanese il Teatro della Memoria offre, ormai da dieci anni, una programmazione originale e diversificata, con una particolare attenzione al teatro milanese in lingua che non trova riscontro in altre sale cittadine.
Dal teatro al cinema d’autore, con l’omaggio offerto dalla Cineteca Italiana all’attore parigino Jean Pierre Léaud, nella rassegna «Léaud non solo Truffaut», in corso allo Spazio Oberdan di via Vittorio Veneto 2. La programmazione di oggi prevede le proiezioni di L’amore fugge del 1979 (ore 17, 02.77406316, www.cinetecamilano.it), in versione originale sottotitolata, mentre in serata (ore 21), sarà la volta di Ho affittato un killer del 1990. Lo Spazio Cinema di Monza (ore 20.10, 039.982298, www.monzacinema.it) propone invece in esclusiva il docu-film Senna, di Asif Kapadia, dedicato alla vita e alla carriera del grande pilota automobilistico Ayrton Senna, pellicola che sarà presentata ufficialmente al prossimo Festival di Berlino.
Nel panorama degli spettacoli milanesi non poteva mancare la buona musica. E così, dopo un mese d’assenza, torna la fortunata rassegna Vespri d’organo, ospitata nella suggestiva cornice della chiesa di Santa Maria della Passione in via Conservatorio 16 (ore 16.30, ingresso libero), dove l’organista Davide Gorini proporrà pagine di Liszt e Bach. Altro appuntamento da non perdere al Teatro Dal Verme, dove anche qui si riaffaccia una rassegna sempre attesa: Armonie d’Autore, organizzata dall’Associazione Sconfinarte in collaborazione con i Pomeriggi Musicali. Nella sala di via San Giovanni sul Muro (ore 16.30, 02.87905), Gaetano Di Bacco (sax) e Giuliano Mazzoccante (pianoforte) suoneranno Debussy, Milhaud, Boutry e Creston.