Biasotti e Vincenzi: «Siamo solidali con voi»

Proseguono le attestazioni di solidarietà al Giornale e al collega Francesco Guzzardi, dopo le minacce e gli insulti contenuti in un foglio anonimo recapitato due giorni fa in redazione da ignoti. Intanto prosegue la serie di incontri del Pdl nelle periferie genovesi, con un appuntamento in programma domani alle 10 in Valbisagno, proprio nella zona oggetto dei servizi approfonditi di Guzzardi pubblicati su queste pagine che avrebbero dato origine al messaggio minatoria su cui sta indagando la Digos.
In particolare, far le numerose espressioni di sostegno al Giornale e a Guzzardi giunte nelle ultime ore, c’è quella dell’onorevole Sandro Biasotti, candidato presidente della Regione Liguria: «Il clima in Italia si è avvelenato. E’ accaduto a livello nazionale con il ritorno della follia terrorista di sinistra, come segnalato dalle autorità di polizia e dal ministro degli Interni, Maroni. Adesso insulti e minacce colpiscono i giornalisti genovesi, cui esprimo la mia vicinanza e solidarietà. Nel caso specifico il fatto è tanto più grave perché il folle autore del messaggio attacca il Giornale e uno dei suoi redattori su un tema specifico, come le inchieste giornalistiche relative alla Valbisagno». Anche il sindaco Marta Vincenzi ha voluto manifestare «solidarietà alla redazione genovese del "Giornale", fatta oggetto di minacce e insulti con un volantino anonimo: un episodio inquietante, tanto più perché intimidatorio nei confronti del diritto-dovere di cronaca. La mia solidarietà va anche al Presidente e ai consiglieri del Municipio Val Bisagno, già vittime di atti vandalici e destinatari, anch'essi, di lettere minatorie».
Per quanto riguarda l’incontro di domani, nella sede del Municipio Media Valbisagno in via Molassana, è previsto l’intervento dei parlamentari Luigi Grillo, Michele Scandroglio, Roberto Cassinelli e Sandro Biasotti, «per ascoltare di persona le necessità dei residenti e spiegare le idee del Popolo della libertà per il rilancio del quartiere».