Biasotti spara su Scajola, guerra con Forza Italia

Paola Setti

Per dirla con i titoli due film: «C’eravamo tanto amati» ma «Pensavo fosse amore e invece era un calesse». Sei anni dopo è strappo definitivo fra Sandro Biasotti e Forza Italia. L’ex governatore della Liguria non ci ha pensato un attimo. Alle 20 di lunedì le liste elettorali delle Politiche del 9 aprile chiudevano senza di lui e lui alle 20 e un minuto convocava la conferenza stampa di ieri mattina. Riassumendo: «Il presidente Berlusconi mi ha chiesto di candidarmi come indipendente per Forza Italia al Senato ma il ministro Claudio Scajola, che per invidia vuole sempre distruggere chi gli fa ombra, ha minacciato le dimissioni e gli ha fatto cambiare idea». E poi: «Scajola è un mediocre politicamente (...)