LA BIBITA PIÙ AMATA DAI BAMBINI

Altro che junk food, la Coca Cola rappresenta, con gli altri prodotti della multinazionale di Atlanta, il 3,1% della spesa alimentare degli italiani. Non ne fanno a meno 118 mila consumatori in tutta la Penisola. Il gruppo rivendica l’italianità della sua produzione, che dà lavoro a 45.300 persone e porta 3,1 miliardi di valore aggiunto e 1,2 miliardi di tasse nello studio «L’impronta socioeconomica di Coca-Cola», a cura dell’economista Ethan Kapstein. Se tutto questo dovesse finire, con la scelta del colosso americano di spostare all’estero la produzione, «per esempio in conseguenza di un aumento delle tasse - ha detto Kapstain - l’Italia andrebbe incontro a una perdita di 3.500 posti di lavoro».
Commenti

eglanthyne

Mar, 12/06/2012 - 11:55

" LA BIBITA . . . BAMBINI " io aggiungo ANCHE DAI GRANDI .