Una biblioteca di 400 libri per bimbi disabili

Tutte le biblioteche racchiudono un mondo magico, ma quella inaugurata ieri pomeriggio presso il Centro Benedetta D’Intino, è davvero speciale. La ricetta in una frase di Cristina Mondadori, presidente dell’omonima Fondazione che, con la collaborazione di Insieme per bambini Onlus, ha dato vita al progetto: «I libri sono ali che aiutano a volare. Non potevamo negare ai bambini disabili con disturbi di linguaggio e comunicazione questa possibilità». Sono loro, infatti, i destinatari di questa struttura che raccoglie 400 libri, catalogati per genere, argomento e livello di difficoltà nei 42 scaffali del primo piano di via Sercognani 17. Bambini che da ieri hanno un luogo dove poter leggere, sfogliare da soli o con i loro genitori favole e racconti. «Chi non ricorda quanto era bello ascoltare la mamma leggere all’infinito il libro del cuore? - ha domandato la dottoressa Aurelia Rivarola durante l’inaugurazione - Questi libri danno anche a questi bambini la possibilità di godere del piacere della lettura».
Nella scelta dei testi sono stati privilegiati quelli di formato medio, preferibilmente cartonati così da essere più maneggevoli. A prima vista i volumi possono sembrare gli stessi in vendita nelle librerie, ma non è così. «Li abbiamo adattati per facilitare la loro consultazione anche da parte di chi ha difficoltà motorie e di comunicazione - spiega Silvia D’Intino, tra le coordinatrici delle 15 volontarie che ogni pomeriggio si alterneranno per aiutare i piccoli ospiti - usando tecniche diverse, a seconda delle differenti esigenze dei bambini».