La biblioteca di Bagdad rinasce anche a Firenze

Cinque bibliotecari della biblioteca nazionale di Bagdad si stanno perfezionando alla «Nazionale» di Firenze per riportare in vita la loro struttura. Il patrimonio librario della biblioteca irakena fu in gran parte distrutto o disperso nei giorni 10-12 aprile 2003, durante l’entrata in città delle forze multinazionali. Andarono perse, fra l’altro, antiche edizioni delle Mille e una notte, i trattati matematici di Omar Khayyam e quelli filosofici di Avicenna e Averroè. Il corso seguito dai bibliotecari irakeni è finalizzato all’informatizzazione del patrimonio e alla realizzazione di un laboratorio di restauro, conservazione e rilegatura.