La biblioteca mai aperta: persi 1,4 milioni

Nel quartiere di Lambrate, l’hanno attesa per anni. E, in effetti, continuano ad aspettarla anche oggi. Perché la biblioteca di via Valvassori Peroni, nonostante i lavori siano terminati, è risultata inagibile. Con la conseguenza che nuovi lavori devono essere fatti, e - soprattutto - che il costo dell’opera è lievitato col passare del tempo. «In tema di lavori pubblici, merita di essere evidenziato - scrive infatti il procuratore Domenico Spadaro nella propria relazione - l’ingente danno erariale subito dal Comune di Milano, quantificato in circa 1 milione e 400mila euro», a causa «dei gravissimi errori e delle negligenze accertate nella gestione dell’appalto per la costruzione di un edificio destinato a biblioteca rionale. I lavori, che si sarebbero dovuti concludere nel 2002, non sono stati ancora collaudati per le palesi violazioni riscontrate». «L’edificio è in conseguenza a tutt’oggi inutilizzabile per non essere ancora ultimati i lavori di ripristino della struttura». E qualche responsabile sembra esserci: quattro funzionari di Palazzo Marino, infatti, sono stati citati in giudizio proprio dalla Corte dei conti.