La biblioteca «Del Turco»

Chissà se è un modo per dimenticare, almeno fino al processo, il ricordo dei 28 giorni trascorsi nel carcere di Sulmona. Certo è che Ottaviano Del Turco ha deciso di donare alla biblioteca del penitenziario i circa cinquanta libri che gli hanno fatto compagnia nel periodo della detenzione. Volumi in parte portatigli da casa, in parte regalo di famigliari e amici, compresi gli undici politici che sono andati a trovarlo in prigione. Un atto di generosità, che sa anche di ringraziamento al direttore del carcere, che inizialmente gli aveva sequestrato i libri ma che poi gli ha permesso di tenerli. Visto che l’altro hobby al quale l’ex governatore dell’Abruzzo si è dedicato in carcere è la pittura, che il prossimo dono siano tele autografe dell’autore?