Biblioteche, la giunta stanzia trecento mila euro

Una discussione finita male. Naturalmente sarebbe troppo bello sapere dalla polizia qual è stato il motivo del contendere, conoscere la ragione vera che ieri ha spinto un italiano di 45 anni, incensurato, ad accoltellare in pieno giorno uno straniero clandestino in viale Monza. Quel che si sa, invece, per ora, è solo che l’extracomunitario, un marocchino di 32 anni, è finito all’ospedale Niguarda per una coltellata all’addome, mentre l’italiano è stato arrestato per tentato omicidio dopo che, in fuga dopo il ferimento, ha deciso di fermare una pattuglia dei vigili urbani e, pentito, ha confessato quello che aveva appena fatto. Tutto è accaduto in viale Monza, intorno alle 16.30. L’italiano ha incontrato il marocchino sul marciapiede, mentre questi camminava insieme alla moglie e a una coppia di amici. Tra i due è nata una discussione e l’italiano si è talmente arrabbiato che ha estratto un coltello, gli ha sferrato un fendente ed è fuggito in auto. Poi, pentitosi, ha fermato i vigili e ha raccontato tutto.