Bici ferme 4 ore ma la colpa non è di Vodafone

«Noi non c’entriamo nulla». Giovedì mattina i tecnici della Vodafone sono balzati sulla sedia. La colpa del blocco del sistema di bici a noleggio (ferme per quattro ore) è stata attribuita al loro dai responsabili del servizio di Bike Mi. «Ma noi - precisano alla Vodafone - gestiamo la rete e non il server del sistema». L’equivoco ha creato una bagarre, risolta con una marea di mail e sms. Prima Atm ha inviato 14mila messaggini agli abbonati e 12mila mail parlando di un errore di Vodafone. Dopo poche ore, assieme all’annuncio della ripresa del servizio, è arrivata anche la rettifica sulla gaffe: e via con altri 14mila sms e altre 12mila mail.
Un po’ frastornati dalle continue comunicazioni, i clienti delle bici a noleggio si sono comunque potuti consolare: per farsi perdonare, lo staff di BikeMi ha deciso di offrire un giorno di abbonamento gratuito a tutti, quindi le tessere scadranno un giorno dopo rispetto a quello indicato.