Bici galleggianti e gare in acqua, un pomeriggio alla «Stranavigli»

Surf e puddling surf, ma anche biciclette galleggianti e water ball, enormi palle gonfiabili in cui piroettare per avanzare lungo i Navigli fino al traguardo, all’alzaia del Naviglio grande, e vincere. La «Stranavigli» anche quest’anno ha regalato a cittadini e turisti un pomeriggio di sport acquatici sotto un cielo indeciso che ha alternato momenti di sole a nuvole e brezza. Ieri, i primi ad animare il clima da siesta estiva in cui erano immersi i Navigli sono stati i bambini, alle 15, con giochi d’acqua, canoe, gommoni a motore e rafting. Alle 17.30 è partita la vera e propria Stranavigli water race, gare «creative» che hanno visto sfidarsi tanti giovani sia con il classico surf, sia con mezzi più’ originali come delle ciambelle galleggianti o delle «palle d’acqua», simili a bolle di sapone in cui l’atleta è racchiuso. Ad immortalare l’intero pomeriggio all’insegna dello sport, oltre a curiosi e turisti, anche numerosi fotoamatori che hanno deciso di partecipare al photo-contest della Stranavigli.