In bici tra la Scoffera e le Grazie, si corre oggi la Milano-Rapallo

Il percorso in pianura sarà di 135 chilometri e parteciperanno 170 concorrenti

Si disputa oggi una delle gare più importanti del calendario ciclistico internazionale. La Milano-Rapallo, come sempre organizzata dagli appassionati dirigenti della Geo Davidson di Rapallo, prenderà il via a mezzogiorno per concludersi intorno alle sedici e trenta.
Alla quarantasettesima edizione della gara riservata agli under 23 e agli elite prenderanno parte centosettanta concorrenti: davvero un successo che premia la serietà, la passione e lo spirito di sacrificio della società ligure che ha nel presidente Rhode e nel segretario Magri i suoi principali animatori.
Il percorso della gara è quello tradizionale: dopo 135 interamente pianeggianti, i corridori dovranno affrontare il passo della Scoffera, tuffarsi nella lunga discesa fino a Chiavari per poi superare nel finale le asperità delle Grazie e del «dente» di Zoagli che potrebbero rappresentare l’ideale trampolino di lancio verso il traguardo situato sul lungomare di Rapallo.
Garbelli della Caneva, Santaromita del Mendrisio, Biondo e Priamo della Promosport, Baro della Palazzago, Broggi della Viris Vigevano, Camussa dell’Alplast, Ghilardini della Pagnoncelli, Signego della Promociclo, Callegarin e Salerno della Bottoli-Artoni, Nosotti della Cremasca, Monguzzi del Team Aurora, Di Batte dell’Etruria-Ciaponi, Caccia, Bellin e Bragazzi della Brunero-Podenzano insieme ai russi Babenko, Sosnovchenko, Efimkim e Belkov, agli svizzeri Schaer, Muhlemann e Grossenbacher, agli ucraini Gryschenko e Butcko, ai bielorussi Sobal e Samoilau, al ceco Kreuziger e all’argentino Borrajo sono gli atleti indiziati ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione che in passato ha visto anche Francesco Moser saliter sul gradino più alto del podio.