Le biciclette e i fiori fanno un pienone da 50mila persone

Domenica di bel tempo, domenica di successo. Anche se i nuvoloni facevano capolino qua e là (insieme a qualche goccia non proprio incoraggiante) ieri sono stati almeno ventimila i partecipanti alla seconda edizione del Cyclopride, la biciclettata collettiva gratuita di 16 chilometri partita alle 11 nella neo-pedonalizzata piazza Castello, mentre migliaia di bambini prendevano parte a Bimbinbici dando vita così alla più grande biciclettata di massa d'Italia. Ai più piccoli era riservato un mini percorso con partenza a mezzogiorno (sempre all'ombra dello Sforzesco) promosso da Fiab Ciclobby.
«Ancora una volta la città ha dato un segnale chiaro e ha nuovamente dimostrato quanto i milanesi amino la bicicletta– hanno dichiarato gli assessori Chiara Bisconti (Sport e Tempo Libero) e Pierfrancesco Maran (Mobilità). Che hanno definito quella di ieri «una vera giornata di festa per i ciclisti».
«Milano è pronta per diventare la capitale italiana della mobilità dolce e rappresentare un modello anche a livello internazionale - hanno concluso gli assessori - e se è vero che molto c'è ancora da fare, in questi anni abbiamo fatto tanta strada. Soprattutto in bici».
La tre giorni di mostra mercato di fiori e piante allestita ai Giardini Montanelli proprio ieri, nella sua giornata conclusiva, ha fatto il pieno. Dalle 9.30 alle 19.30, gli stand dove acquistare bulbi, arbusti e fiori, i laboratori sulla potatura delle rose, i diciotto giardinetti a cui altrettanti vivaisti hanno lasciato il posto quest'anno per poter mostrare ai moltissimi interessati come allestire un'area di fiori e piante sono stati letteralmente presi d'assalto al punto che durante il percorso e, soprattutto, all'ingresso, si sono create file e ingorghi. Anche questa 19a edizione, con i suoi 128 espositori, ha raggiunto se non superato le 30mila presenze. «Abbiamo cercato di coinvolgere il pubblico nella qualità» ha dichiarato soddisfatto il presidente Gianluca Brivio. Fiero anche dell'accordo raggiunto tra Orticola e il Comune di Milano per lo sviluppo delle aree cittadine. È stata infatti firmata una convenzione triennale che prevede l'investimento degli utili derivanti dalla storica manifestazione ai giardini pubblici Montanelli a favore di progetti per nuove aree verdi pubbliche e per la risistemazione di quelle esistenti.
«Un accordo importante – ha dichiarato l'assessora al Verde Chiara Bisconti – che può diventare il modello di future collaborazioni con altri soggetti privati. Orticola è una manifestazione storica, abbiamo riconosciuto il suo valore culturale e con questo accordo diamo precise garanzie agli organizzatori per le manifestazioni dei prossimi tre anni, in particolare quella del 2015 che, con la concomitanza di Expo, assumerà un valore particolare. Non solo, all'interno di Orticola avremo anche la possibilità di far conoscere le iniziative del settore Verde del Comune e ci saranno laboratori, corsi e dimostrazioni gratuite per la cittadinanza».
Piccola curiosità: nella gara tra gli espositori di Orticola il primo premio è andato dal titolare del vivaio pisano «Conifere Esotiche», il signor Pierluigi Marchiafava.