La Bicocca vende il 15,26% dell’Inter

Pirelli ha ceduto una quota del 15,26% dell’Inter all’attuale azionista di maggioranza (Massimo Moratti) per un corrispettivo pari a 13,5 milioni di euro. «L’operazione - si legge in una nota del gruppo guidato da Marco Tronchetti Provera - si inquadra nell’ambito del programma approvato dal consiglio di amministrazione dello scorso 14 febbraio, di ulteriore concentrazione della società sul proprio core business anche attraverso la dismissione di partecipazioni finanziarie non strategiche. Pirelli rimane comunque azionista di F.C. Internazionale con il 4,2%. «È intenzione della società proseguire gli attuali rapporti di sponsorizzazione che la legano a F.C Internazionale - prosegue la nota della Bicocca - e valutare eventuali nuove future opportunità di collaborazione, anche alla luce dei notevoli benefici che tale partnership ha portato al marchio Pirelli in questi anni». Al di là della partecipazione azionaria nella società, l’amicizia con il presidente Moratti aveva portato Tronchetti Provera ad associare nel 1995 al club nerazzurro il marchio dell’azienda di pneumatici. Una decisione presa anche in vista dell’allora imminente arrivo a Milano dell’asso brasiliano Ronaldo. E che l’Inter continui a rappresentare per Pirelli un importante supporto nei mercati esteri dove il gruppo ha insediato impianti produttivi, lo si vede anche dal fatto che recentemente sulla casacca dei giocatori la scritta Pirelli è apparsa con gli ideogrammi cinesi.